Novità Fiscali: Compensazione crediti

Dott.ssa Paola Brolpito – Milano, 2 maggio 2017

La manovra correttiva 2017 ha disposto nuove regole sulle compensazioni dei crediti di imposta

COMPENSAZIONI CREDITI SOGGETTI TITOLARI DI PARTITA IVA

I modelli F24 con compensazione di crediti, indipendentemente dal saldo finale (quindi anche con saldo finale a debito oltre che con saldo finale pari a 0) non potranno più essere presentati tramite home banking, ma dovranno obbligatoriamente essere presentati tramite i servizi telematici delle entrate (Entratel). La manovra non dispone una data a partire dalla quale sarà in vigore la nuova regola, ma probabilmente già a partire dai versamenti scadenti il 16/5/17 si dovrà seguire la nuova norma.

Se dovrete avvalervi del servizio Entratel dello Studio per l’invio di modelli F24 con compensazione, raccomando di farci pervenire i modelli F24 da inviare non più tardi di due giorni prima della scadenza, salvo casi eccezionali.

CREDITI DI IMPOSTA SCATURENTI DALLE DICHIARAZIONI DEI REDDITI

Per i crediti di imposta scaturenti dalle dichiarazioni fiscali (principalmente IVA, IRPEF, IRES e IRAP) se di importo superiore a 5.000 euro sarà necessario apporre il visto di conformità in dichiarazione per poter accedere alla compensazione diversa da quella verticale (imposta su imposta).

Il visto di conformità deve essere apposto da un soggetto abilitato; possedendo i requisiti, automaticamente apporrò la mia firma su tutte le dichiarazioni che presenteranno crediti di importo superiore al limite.